domenica 16 febbraio 2014

Tema della domenica: il Costituto Senese 1309

Ho deciso che la domenica parlerò di un tema in particolare, possibilmente fuori dal concetto di svalutazione (non monetaria), che di solito primeggia in questo blog.
Sapete che internet è un qualcosa di meraviglioso, attraverso il quale si può scoprire un mondo intero. Io ho scoperto un argomento bellissimo, quello del Costituto Senese. Consiste in una serie di leggi e norme che regolavano l'amministrazione del comune di Siena, tradotte in volgare nel 1309 in modo da farle leggere anche a chi non conosceva il latino, un passaggio meraviglioso è quello che chi governa deve avere a cuore "massimamente la bellezza della città, per cagione di diletto e allegrezza ai forestieri, per onore, prosperità e accrescimento della città e dei cittadini”.

In pratica si cercava di tutelare sia i cittadini di Siena, ma anche gli stranieri, che sì, possiamo identificare come gli immigrati di oggi. Si parla del 1309, più di 700 anni fa la politica mirava a migliorare la città anche per garantire divertimento e benessere agli stranieri. Nel 2014 abbiamo ancora la Bossi-Fini, una legge a causa del quale se aiuti in mare un barcone in fiamme rischi di essere processato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. È da una vita che la politica ha individuato i principi fondamentali della buona amministrazione sia per i cittadini sia per gli stranieri, una politica che pensa solo ed esclusivamente ai loro interessi, pensate alla nostra Costituzione è poesia allo stato puro. A tutti consiglierei di leggersi i principi fondamentali, capolavoro di democrazia. Io credo che quando tutto questo entrerà realmente in vigore, il nostro sarà un Paese bellissimo.

Nessun commento:

Posta un commento