giovedì 19 dicembre 2013

Sesso da contratto

Durante la perquisizione della segretaria dell'assessore regionale umbro Luigi De Fanis, arrestato con l'accusa di concussione, truffa aggravata e peculato, è stato trovato uno squallido contratto che prevedeva del sesso per 4 volte al mese, pagato, ovviamente, 36 mila euro l'anno. Contratto che la stessa segretaria ha controfirmato, dice lei, per paura, davanti ad un magistrato. Intanto dovrà rispondere dall'accusa di essere complice dell'assessore-pappone nel chiedere tangenti ad un imprenditore.

Nessun commento:

Posta un commento