sabato 30 novembre 2013

Anche Bossi alla sbarra

Dopo B. un altro B. va verso un processo, si tratta di Umberto Bossi. Al razzista, xenofobo noto per ripetuti vilipendi alla bandiera italiana gli viene contestato una truffa allo Stato per 40 milioni di euro, cioè l'ammontare del finanziamento pubblico, qua l'avviso di garanzia. Nei guai anche il trota Bossi e l'ex tesoriere Belsito.
Quindi gli ideatori del neologismo "Roma ladrona", quelli che "il nord sarebbe più ricco senza il sud" saranno processati per truffa aggravata ai danni dello Stato, quello Stato che hanno sempre detto di disprezzare.
Ma d'altronde che ti vuoi aspettare da questo personaggio noto per "avercelo duro"...


Nessun commento:

Posta un commento